VIAGGIARE

La base legislativa per la trattazione è data da: Regolamento (CE) 1/2005 “sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate”; Decreto Legislativo 151/07 “Disposizioni sanzionatorie per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1/2005 sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate”.
Queste vanno interpretate anche secondo: a) Allegato alla Decisione 2004/544/CE - convenzione europea sulla protezione degli animali nei trasporti internazionali: “on the signing of the European Convention for the protection of animals during international transport”; b) Accordo Stato Regioni (20 marzo 2008): “prime disposizioni per le Autorizzazioni al trasporto di animali vivi”; c) Scientific Report of the Scientific Panel on Animal Health and Welfare on a request from the Commission related to the welfare of animals during transport - 30 marzo 2004; d) Norme IATA - International Air Transport Association; e) D.L.gs 30 aprile 1992 n. 285 e successive modifiche “Nuovo Codice della strada”.
Trasporto di cani e gatti, via terra, aerea e mare, effettuato da operatori economici del settore per il successivo commercio e altri trasporti di cani o gatti, effettuati da trasportatori registrati, finalizzati al turismo venatorio e/o per la partecipazione a gare, mostre ecc… ricade nel campo di applicazione del Regolamento 1/2005 infatti, il “consideranda” n° 12 del Regolamento recita “Il trasporto a fini commerciali non si limita ai trasporti che implicano uno scambio immediato di denaro, di beni o di servizi. Il trasporto a fini commerciali include i trasporti che determinano o mirano a produrre direttamente o indirettamente un profitto”.
Così pure, rientra nell’applicazione del regolamento, il trasporto di cani e gatti effettuato a qualsiasi titolo, tra Sta ti membri, quando il numero degli animali è superiore a 5, (Regolamento (UE) N. 388/2010 della Commissione del 6 maggio 2010), mentre non ci sono limiti massimi nel numero di animali, trasportabili in deroga sul territorio nazionale, purché non in relazione ad attività economica
Amico a 4 zampe in viaggio
Quando si decide di acquistare, adottare o per qualsiasi altro motivo di far arrivare in casa un amico a 4 zampe e non si può provvedere personalmente al ritiro dalla località in cui si trova, ci si adopera nel cercare nel web un servizio di trasporto cani. A questo punto si valuta la partenza e le cose essenziali per il soggetto, non si deve pensare o dire come arriva arriva, l'essenziale che arrivi. Questo discorso e' errato, al soggetto va offerto un viaggio adeguato, un viaggio tranquillo e il più confortevole possibile, cercando di non far mancare nulla di quanto necessita per tutta la durata del viaggio, oltre a tutto ciò che è obbligatorio. L'amico a 4 zampe non è un pacco postale da spedire, un amico a 4 zampe fa parte della famiglia già prima dell'arrivo in casa.
VIAGGIO LUNGO O BREVE
Sia che si tratti di un viaggio di pochi km, sia che si parli di viaggi lunghi, è la legge a stabilire le regole. Infatti è obbligatorio per trasportare un amico a 4 zampe ( cane ) che sia provvisto di microchip e vaccinazioni aggiornate, tutto ciò serve a tutelare il soggetto in ritiro ed il resto degli occupanti all'interno del furgone. L'autista è obbligato a controllare e riscontrare la corrispondenza del microchip rilevato tramite apposito rilevatore e libretto sanitario .
Per il trasporto di un gatto non vi è obbligo di microchip, ma necessitano le vaccinazioni e deve essere in regola con l'ultima.
IN VIAGGIO OGNI BOX UN SOGGETTO
Dal ritiro alla consegna ogni amico a 4 zampe occupa un box singolo, non lo divide con altri soggetti. Il box viene assegnato durante il ritiro, ogni box è numerato e inoltre anche la nostra app assegna un box in riferimento alla dimensione del soggetto che sia adulto o che sia cucciolo, in poche parole adeguato alle sue dimensioni. Va evidenziato che ogni box occupato all'interno del furgone viene adeguatamente pulito e disinfettato come per legge e non si effettuano scambi di box durante il viaggio. Se vengono sporcati dagli occupanti, si procede alla pulizia garantendo tutto ciò che necessita. Inoltre sarà costantemente vigilato e tenuto sotto controllo tramite le nostre telecamere di bordo..
QUANDO SI CONSEGNA UN SOGGETTO
Regole da rispettare. Non distrarti durante la consegna del tuo amico a 4 zampe, consegnare i documenti del soggetto all'autista e che provvederà al controllo del microchip tramite lettore.
Constata che l'amico a 4 zampe che consegni nel box assegnato abbia la ciotola dell'acqua a sufficienza e ricorda che spesso va sostituita.
Ricorda sempre questo è per il bene del tuo amico a 4 zampe, di lasciarlo a digiuno almeno nelle 24 ore precedenti al viaggio, nell'attesa potrai dare qualche crocchetta, ma giusto un assaggio, ricorda di consegnare all'autista la
dose giornaliera di crocchette necessarie per il viaggio. Assicurati che il furgone abbia un riciclo dell'aria o ventilazione forzata ( CHE NON SIA ARIA CONDIZIONATA ) segui con il satellitare se fa una sosta ogni 2 ore circa, per permettergli di sgranchire le zampette e ‘spezzare’ così il viaggio
Ultimo consiglio, ma assolutamente non in ordine di importanza, è di non far lasciare mai il soggetto in furgone incustodito specie in presenza di alte temperature.

VIAGGIARE 1° CLASSE SI PUO’ !!!

CHIAMA H 24