VIAGGIO OMOLOGATO

Nessuno è autorizzato a trasportare o a far trasportare animali in condizioni tali da esporli a lesioni o a sofferenze inutili”. Questo comma rappresenta l’arma vincente in mano al veterinario. È un invito esplicito fatto al veterinario, perché usi la sua professionalità per valutare quando le tecnologie adoperate o le modalità di gestione del trasporto attuate espongo no gli animali a lesioni o a sofferenze inutili. Esso, inoltre, è una premessa importante cui seguono specifiche condizioni da verificare per garantire il benessere.
Gli animali sono idonei per il viaggio previsto - Obblighi che ne derivano al trasportatore di cani e gatti: Non trasportare alcun animale che non sia idoneo al viaggio previsto Il divieto è esplicito rispetto ad alcune situazioni: animali non deambulanti, animali con ferite aperte gravi.
Con prolassi e stati fisiologici che creano nell’ animale condizioni predisponenti agli effetti nocivi dello stress da trasporto, gravidanze oltre il 90% del periodo normale di gestazione, parto avvenuto nelle 48 ore precedenti, cordone ombelicale non cicatrizzato. Ricordarsi che il trasporto di animali direttamente verso cliniche o gabinetti veterinari o in provenienza dagli stessi, è una deroga applicabile anche nel trasporto con finalità economica.
Un esempio serve a chiarire la corretta applicazione della deroga: Il signor X, residente a Torino, vuole far viaggiare da Lecce a Milano. Si accorda per il trasporto del cane con il trasportatore regolarmente autorizzato per lunghi viaggi. Prima di intraprendere il viaggio il cane a deve essere riposato.
Durante il viaggio il cane ha un incidente grave, con frattura scomposta esposta del femore destro. Chiede l’intervento del veterinario dove è avvenuto l’incidente. Con l’intervento chirurgico si chiude la ferita, si immobilizza l’arto fratturato, e si dà inizio alla terapia necessaria per prevenire infezioni e ridurre il dolore. Il cane, smaltita l’anestesia e dopo il ripristino di tutte le funzioni vitali, può riprendere il viaggio, senza aspettare la cicatrizzazione della ferita e il ripristino della funzionalità dell’arto.
Il trasportatore dovrà dimostrare di avere preso tutte le precauzioni e di aver rispettato tutte le indicazioni date dal veterinario curante, perché durante il viaggio il cane non sia soggetto a fattori stressanti che possono incidere negativamente sulla prognosi.
Per il trasporto di animali che presentano malattie o ferite lievi, si deve richiedere parere scritto del veterinario. La deroga è prevista se malattia o lesioni rientrano in una ricerca sperimentale. Per esplicito divieto non deve trasportare cani e gatti di meno di 8 settimane di età, tranne quando accompagnati dalla madre.
I mezzi di trasporto sono progettati, costruiti, mantenuti e usati in modo da evitare lesioni e sofferenze e assicurare l’incolumità degli animali - Obblighi che ne derivano al trasportatore di cani e gatti: Acquistare veicoli opportunamente costruiti, o modificati in modo permanente con gabbie a struttura fissa, per il trasporto di cani e gatti o per il trasporto degli animali nei contenitori; Contrassegnare il veicolo in modo chiaro e visibile per indicare la presenza di animali vivi. La scritta non necessariamente deve essere indelebile; Mantenere il veicolo e i contenitori in buon stato funzionale; Provvedere alla pulizia e disinfezione del veicolo e dei contenitori.
Le caratteristiche del veicolo e il posizionamento dei contenitori devono permettere di proteggere gli animali da intemperie, temperature estreme e variazioni climatiche avverse; evitare la fuga o la caduta fuori degli animali e resistere alle sollecitazioni provocate dai movimenti; assicurare che si possa mantenere la quantità e la qualità dell’aria; Garantire l’accesso agli animali in modo da consentirne l’ispezione e la cura; presentare una superficie d’impianto antisdrucciolo: caratteristica che nel veicolo garantisce, con la sicurezza del lavoratore, il conseguente benessere dell’animale; fornire un’illuminazione sufficiente per l’ispezione e la cura degli animali durante il trasporto; Durante il trasporto e nella movimentazione i contenitori devono essere sempre tenuti con la parte alta in alto e si devono ridurre al minimo gli scossoni o i sobbalzi forti.
I contenitori sono fissati in modo da evitare che si spostino durante la marcia del mezzo di trasporto; evitare che l’urina e le feci cadano sugli animali posti al livello inferiore. Caratteristiche del contenitore: I contenitori in cui sono trasportati animali devono essere contrassegnati in modo chiaro e visibile per indicare la presenza di animali vivi e quale è la parte alta del contenitore; il contenitore deve essere provvisto di porte robuste con chiusure e cerniere in metallo robuste e in numero proporzionato alle dimensioni; Gli abbeveratoi e i contenitori per gli alimenti devono essere di facile accesso dall’esterno così da permettere la somministrazione di acqua e cibo ed essere fissati alle pareti del contenitore; Gli animali non devono poter tirare fuori parti del corpo dalla gabbia.
La misura massima dei singoli elementi delle aperture di aerazione deve essere di 25 x 25 mm; Assicurare la ventilazione: la parete della porta del contenitore deve essere robusta a sufficienza da prevenire la fuga e garantire nel contempo una buona visione dell’interno ed il massimo di superficie di aerazione aperture di aerazione sul terzo superiore dei lati e della parete posteriore; la superficie di aerazione deve rappresentare almeno il 16% dell’intera superficie delle 4 pareti.
Relativamente all’autorizzazione del “veicolo” utilizzato per il trasporto di cani e gatti, quando non è predisposto con modifiche permanenti alle strutture, ’autorizzazione stessa va data al “veicolo” identificato con la relativa targa con riferimento preciso al tipo di contenitore che si utilizzerà nel trasporto degli animali: in pratica si utilizza la check list dell’allegato B (accordo Stato-Regioni) opportunamente modificata, dando indicazioni precise sul tipo di contenitore utilizzato.
Le strutture di carico e scarico devono essere adeguatamente progettate, costruite, mantenute e usate in modo da evitare lesioni e sofferenze e assicurare l’incolumità degli animali - Obblighi per il trasportatore: Per le strutture di carico troviamo richiamo a specifici adempimenti che, nel caso del trasporto di cani e gatti, si focalizzano sul corretto movimento dei contenitori: muovere sempre i contenitori con una buona illuminazione, evitare il passaggio su superfici instabili o scivolose, garantire la stabilità dei contenitori maneggiandoli uno alla volta, evitare che acqua e cibo si versino nel conteni.
Numero massimo di cani per contenitore, in funzione di peso ed età, in particolare: Cani di età superiore ai 6 mesi vanno sempre trasportati in contenitori singoli; Cani di peso superiore ai 14 kg vanno sempre trasportati in contenitori singoli; Cani da 8 settimane di vita a 6 mesi, con peso inferiore ai 14 kg, possono essere trasportati in numero massimo di 3 per contenitore. La misure del contenitore per il trasporto dei cani e gatti

VIAGGIARE 1° CLASSE SI PUO’ !!!

CHIAMA H 24